foschi bio

Davide Foschi è nato e vive nel cuore multiculturale della Milano brulicante d’avanguardie. Di famiglia da generazioni impegnata tanto nell’arte pittorica che nella letteratura, manifestò subito particolare talento in entrambe le discipline.

A 12 anni un’esperienza spirituale lo segnò per sempre; questo fece sì che, oltre agli amati studi classici e artistici, una gran parte della propria formazione fu dedicata all’approfondimento delle più antiche tradizioni, sia orientali che occidentali.

A 21 anni gli studi sui principi e sull’essenza dei colori di Goethe, Steiner e Kandinsky lo portarono al superamento del figurativo, in una continua e complessa evoluzione contenutistica e stilistica che ha l’approdo nel 2004 con la composizione de Il Viaggio e con la prima delle opere definite dall’artista stesso Icone Dinamiche: la nota Madonna con Bambino.

foschi intervistaNelle Icone Dinamiche Foschi va a fondere passato e futuro, oriente e occidente, spirito e vibrante vitalità, destrutturando come in un grandioso vortice l’antica iconografia medioevale per trasformarla in moderna opera sacra che travalica ogni confine interiore ed esteriore.

Mentre si susseguono le esposizioni (Roma, Costa Smeralda, Garda, Villa Castelbarco sull’Adda) Foschi non ferma la propria ricerca, diretta sempre ad un approfondimento del tema iniziatico, del confronto fra bene e male, dell’eterna lotta tra Luce e Tenebra; è del 2010 la nascita di un secondo filone di opere che scandaglia il mondo dell’oscurità alla ricerca dell’origine della Luce, dal titolo: Ex Tenebris Lux.

Durante la composizione della prima di queste opere, dopo un profondo stato meditativo, appare all’improvviso sul fondo di una tela La Pietà, detta anche opera del mistero, un quadro unico, non fotografabile, visitabile dal pubblico solo singolarmente e con un tempo limitato, per via degli effetti sull’ osservatore, tali da condurlo in pochi minuti una vera e propria esperienza mistica.

Nel 2011 Foschi, dopo la scenografica personale sulle terrazze di via Tortona durante il Salone del mobile a Milano e le mostre a Torino, al Castello di Roddi ad Alba, alle fiere di Genova, Padova e Verona, decide di cimentarsi anche in ambito teatrale; con il titolo che si rifà alla storica opera Il Viaggio porta in scena con la pianista Giulia Mazzoni e Marco Decimo al violoncello un toccante esperimento di arte totale che viene accolto dal grande successo sia di critica che di pubblico.

Subito dopo l’artista pubblica il concept book che raccoglie alcune delle sue poesie e immagini di opere visive: In Principio era il Colore.

Davide Foschi con Giammarco Puntelli e Vittorio Sgarbi

Davide Foschi con Giammarco Puntelli e Vittorio Sgarbi

A Milano, in occasione della presentazione del libro, per la prima volta viene esposta La Pietà: il numero delle persone in coda per vederla costringe la direzione a prolungare l’inaugurazione di oltre tre ore.

Il critico d’arte Giammarco Puntelli, a proposito, ha scritto:

 

“La Pietà di Foschi con assurda rapidità ci fa entrare in un mondo spirituale che fa parte delle profondità nascoste di ciascun uomo, del laico e del credente e diventa visione smarrita e, nello stesso tempo, positiva sulla vita degli uomini”.

Il 2011 e il 2012 portano con sé la partecipazione a diverse esposizioni nazionali ed internazionali, alla personale presso la galleria Wikiarte di Bologna, a quelle fieristiche e museali, come al Museo di Bevagna e al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi che oggi custodiscono in permanenza disegni e opere pittoriche dell’artista.

Dopo gli appuntamenti fieristici di Genova e di Brescia, nel marzo del 2013 Foschi presenta ufficialmente, in occasione della affollatissima mostra dal carattere “misterico” Lux in Tenebris al centro espositivo N.O.A. di Milano il Manifesto del Metateismo, con i 10 principi poetici ed epici che sono la vera essenza del Movimento del Metateismo, attorno al quale l’artista milanese raccoglie e accoglie come in un moderno cenacolo poeti, attori, pittori, musicisti ma anche professionisti e cittadini che hanno a cuore il valore sacro dell’Arte e dell’Uomo, riscoprendo la meraviglia “evoluzionaria” in opposizione alla provocazione fine a se stessa che ha caratterizzato la fine del ’900 e gli inizi del XXI secolo.

Antonio Nunziante con Davide Foschi e Athos Faccincani

Antonio Nunziante con Davide Foschi e Athos Faccincani

A giugno dello stesso anno Simboli Art Gallery chiama Foschi a Firenze per una splendida personale sotto la basilica di Santa Croce, seguita poi dalle prestigiose collettive in occasione del premio letterario Bancarella a Pontremoli presentato da Sgarbi e a Spoleto con altri famosi maestri dell’arte contemporanea a Palazzo Laurenti tra cui Kostabi e Licata.

Sempre a Spoleto, nel mese di settembre, Foschi è ospite durante il Festival Art Expo e inaugura la grande personale “ Viaggio nella spiritualità”, un scenografico percorso d’arte in uno dei luoghi più storici e significativi della città umbra, il Battistero del Duomo, nell’ambito di Spoleto International Art Fair; contemporaneamente l’artista è ospite dello Spoleto Festival Art Expo 2013.

Ad ottobre Foschi espone al Teatro Nuovo di Milano con la direzione artistica della Galleria Wikiarte e il 27 dello stesso mese viene invitato a presentare le proprie opere al grande evento “L’Arte dice no!” a Milano in favore dell’Associazione Doppia Difesa di Michela Bongiorno e Michelle Hunziker patrocinato dal Comune, dalla Provincia di Milano e dalla Regione Lombardia.

Dopo la partecipazione di Arte Fiera Padova di novembre Foschi partecipa a dicembre e gennaio 2014 ad una rassegna per la pace presso il complesso museale di San Pietro a Perugia e Rocca Flea di Gualdo Tadino (Pg), alla presenza di importanti ambasciate e consolati internazionali.

Il 7 febbraio 2014 Foschi viene chiamato, con l’organizzazione di As.Tr.ID Onlus, a tenere una personale al Palazzo della Regione di Trento, con il patrocinio di Comune, Provincia e Regione, in occasione di due importanti decennali delle sue storiche opere “Il Viaggio” e “Madonna con Bambino”.

Sempre presso il Palazzo della Regione di Trento Foschi tiene una nuova conferenza, dopo quella del giugno 2013 tenuta all’ospedale di Livorno in favore dell’associazione medica di neurologia Neurocare, sul tema “L’Evoluzione nella storia dell’Arte”.